Centro di Prima Accoglienza Semiresidenziale a bassa soglia in ASL RM1 Atlante

Il centro semiresidenziale riduzione del danno
(s.r.r.d.) ATLANTE
Responsabile dott. ANTONIO POLLIO


Il Centro Atlante, nasce da un progetto FNLD (es. fin.1996,1997-99 e prorogato di anno in anno) in partnership con la ASL RM E per realizzare, tra gli altri, una rete di servizi  a “bassa soglia” rivolti soprattutto a quei tossicodipendenti la cui storia personale e familiare ha determinato una condizione di grave disadattamento fisico, psichico e sociale, ed indotto uno stato di cronicità ed emarginazione. Dal 2018, ha ottenuto la AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO, in vista del definitivo accreditamento.


In quanto servizio a bassa soglia “Atlante” accoglie la persona tossicodipendente indipendentemente dalla sua volontà di recupero per offrire una risposta ai bisogni primari con l’obiettivo ultimo di sollecitare l’attivazione della cura di sé e l’invio ad altri servizi sociosanitari di pari o superiore livello; ciò che ci si aspetta, è che la persona attivi e sviluppi anche  le risorse necessarie al recupero della integrità psico-fisica e per questo chieda di essere aiutato ad intraprendere un percorso riabilitativo.
A CHI E’ RIVOLTO
ATLANTE accoglie tutte le persone (italiane o straniere) che frequentano o ancora non si sono mai rivolte ad un servizio pubblico per le dipendenze da sostanze (compreso il gioco d’azzardo e l’alcoolismo).
Non è richiesto alcun documento di riconoscimento nel totale rispetto della privacy dell’individuo, ne alcuna attestazione di astinenza; non esistono limitazioni temporali alla frequentazione del centro, come non sono richiesti obblighi di frequenza.
Unica condizione all’accoglienza, è l’accettazione di un semplice regolamento interno ed il fornire alcune informazioni anamnestiche nel rispetto della privacy.
OBIETTIVI
•    tutela della salute fisica  e ripristino delle condizioni igieniche di base della persona dipendente da sostanze incluso alcool
•    individuazione di interventi specifici mirati ai bisogni e alle problematiche della dipendenza da sostanze incluso alcool
•    riduzione dei rischi di infezione di HIV e MST ed epatiti
•    modifica e riduzione dei comportamenti a rischio
•    riduzione del rischio di mortalità per overdose
•    riduzione delle attività criminali e della connessa mortalità per cause violente
•    stimolare la motivazione al cambiamento
•    riduzione della mortalità per tutte le cause
•    aumento dell’integrazione tra servizi pubblici e privati
•    Interventi specifici mirati alla promozione di attività di rete in vista dell’accesso a servizi più strutturati.
SERVIZI
-    cura della persona, (doccia, rasatura, indumenti puliti)
-    pranzo (sono disponibili 10 pasti giornalieri.
-    servizio lavanderia
-    sostare in luogo protetto lontano dai pericoli della “strada”
-    ricevere informazioni sui rischi di infezione e contagio (HIV, epatiti ,TBC ecc.)
-    ricevere gratuitamente profilattici, materiale sterile
-    consulenze legali a richiesta, aiuto per il disbrigo di pratiche e segretariato sociale
-    counselling psicologico
-    segretariato sociale
-    invio e accompagno ai servizi.

ATTIVITA’ DEL CENTRO

•    ore: 9.00                 apertura centro/ colazione

•    ore 10:00                organizzazione attivita’ giornaliere del centro

•    ore 10:30                cura della persona  (servizio docce, lavanderia)

•    ore 12:00                preparazione area pranzo

•    ore 12:30                distribuzione pasti forniti da catering (“il grande carro”)

•    ore 12:30/13:30       pranzo e pausa

•    ore 13:30/14:30       riordino area pranzo e pulizie

•    ore 15.00                report giornaliero e chiusura centro